“Le seduzioni dell’inverno” di LIDIA RAVERA

Lidia Ravera (by Gaetano Lo Presti)P7050028Le seduzioni dell'invernoAnche se è luglio, è ancora e sempre inverno. E non tanto (o non solo) per le incertezze meteorologiche, quanto, piuttosto, per lo spegnersi dei sentimenti. Lo ha sostenuto la scrittrice Lidia Ravera il 4 luglio 2008 presentando, al Jardin de l’Ange di Courmayeur, il suo libro “Le seduzioni dell’inverno”. «Il mondo sta rotolando verso la freddezza sentimentale.– ha detto- C’è, in ogni caso, una grande paura di soffrire, per cui parliamo dei sentimenti senza provarli: si tende a non perdere più la testa, quanto, piuttosto, ad investirla». E’ così anche per Stefano, il protagonista del romanzo, un separato di mezz’età il cui cuore “invernale” viene ad un tratto infiammato dalle seduzioni di Sophie, sua coetanea piacente e colta, che, misteriosamente e gratuitamente, gli offre i propri servigi di geisha instancabile. Ma le passioni “invernali” costano care. Sara, ex-moglie di Stefano, deve, infatti, staccare un assegno di 15.000 euro per avere perso la scommessa con la diabolica Sophie che, si scopre, ha fatto innamorare Stefano “come un deficiente” solo per gioco. Ancora più alto il prezzo pagato dall’uomo, travolto dalle “rovine di speranze appena costruite e già crollate”. Il tutto raccontato con tagliente ironia dalla Ravera, che ha raggiunto la notorietà negli anni Settanta con il romanzo d’esordio “Porci con le ali”. «In realtà il mio esordio letterario– ha confessato- è avvenuto a 7 anni. Scrissi tre pensierini che piacquero alla maestra di seconda elementare che li appese nel corridoio della scuola. Quando vidi gli altri bambini che li leggevano provai una gioia indescrivibile. Ed è per cercare di riprovare quella gioia, che ho scritto 22 romanzi più tanti racconti».

Rispondi