CELTICA 2014: festeggia i 18 anni camminando da sola

  L’antico detto “diventare adulti vuol dire imparare a camminare con le proprie gambe” si adatta perfettamente all’edizione 2014 di Celtica Valle d’Aosta, la festa internazionale di arte, musica e cultura celtica che si terrà, tra il 2 ed il 6 luglio, in Valle d’Aosta. La sua diciottesima edizione coincide, infatti, con l’azzeramento del consueto contributo regionale. «Peccato, perché fin dal nome abbiamo sempre voluto promozionare la Valle.- ha spiegato Riccardo Taraglio, responsabile del progetto assieme a Laura Plati– CredoRead more

“That’s folk, baby” con gli ESTREMIA di Marta Caldara e Vincent Boniface

“That’s folk, baby”. E’ la frase con la quale il polistrumentista Vincent Boniface corregge, sorridendo, la pianista Marta Caldara durante le prove, quando questa, bravissima musicista di estrazione classica, ha qualche incertezza sulla struttura di pezzi folk che i due suonano sotto il nome di Estremìa. Inevitabilmente “That’s folk, baby” è diventato il titolo del primo cd, di prossima pubblicazione, di un duo dall’ insolito organico (organetto e pianoforte). In realtà l’etichetta “balfolk” con cui i due valdostani vengono presentati è riduttiva perRead more

Il Black Metal satanico dei NEFARIUM all’HellFest di Clisson

Per gli amanti dell’heavy metal, dal 2006, Clisson, vicino a Nantes, è diventata un po’ come la Mecca per i mussulmani. A giugno è, infatti, meta obbligata per seguire l‘HellFest Summer Open Air, uno dei più grandi festival dedicati a questo genere musicale. Per rendere un’idea, tra il 20 ed il 22 giugno di quest’anno vi si esibiranno Iron Maiden, Slayer, Aerosmith, Status Quo, Deep Purple, Black Sabbath e Soundgarden. Accanto a loro, che suoneranno sui due palchi principali, ruoterannoRead more

Quella volta che il musico vagante FRANCESCO GUCCINI approdò a Saint-Vincent

Nell’anno 2003 di nostra vita, lui, Francesco Guccini, poeta e musico vagante, nonchè “piccolo baccelliere”, approdò nuovamente in terra valdostana. Con il suo fardello di canzoni d’amore, di rabbia e altre sciocchezze che l’11 aprile infiammarono di passione l’aria di un Palais Saint-Vincent colmo di quasi duemila anime, accorse ad omaggiare l’abilissimo “burattinaio di parole”, maestro nel gioco di “saper usare o no di un certo metro” e nel riuscire a trasformare le canzoni da stelle filanti in comete. E’Read more

Nella Valle dell’Oro, al PalaMila di Ceresole Reale, le pepite musicali del 1° ORCO FOLK FESTIVAL

L’Orco è un grosso torrente piemontese, che, partendo dal versante piemontese del massiccio del Gran Paradiso, scorre per quasi 100 chilometri nella valle omonima e nel Canavese. Il suo nome in canavesano è Eva d’òr, cioè Acqua d’oro, per la presenza di sabbie aurifere. E’ del tutto naturale, quindi, che l’Orco Folk Festival che si svolgerà il 13 e 14 giugno ai 1583 metri del lago artificiale di Ceresole Reale, sia organizzato dai valdostani L’Orage, il cui ultimo cd siRead more

Con ARCANGELA REDOGLIA l’acrobatica aerea, in VdA, vola

«Quello che accomuna l’acrobatica aerea alla creatività è l’idea di elevarsi sopra di tutto con leggerezza.» A dirlo è Arcangela Redoglia che, con la sua associazione AcroDrama,  da qualche anno ha fatto esplodere in Valle d’Aosta la febbre per questa disciplina in cui si volteggia in aria aggrappati a cerchi, trapezi e tessuti. Lo ha confermato il secondo saggio della scuola che Arcangela dirige alla Cittadella di Aosta, che la sera dell’11 giugno ha attirato nel Salone della struttura una folla strabocchevoleRead more

JUKEBOX (33)- “Märchenerzählungen Op. 132” di ROBERT SCHUMANN

  Fossero le conseguenze neurologiche di una sifilide mal curata, o l’aggravarsi di una sindrome maniaco depressiva, o, ancora, la schizofrenia, certo é che nel 1853 Robert Schumann ( Zwickau 8 giugno 1810) aveva molte ragioni per avere paura di diventare pazzo. Accanto ad una serie infinita di altre paure (dell’acqua, degli spazi aperti, dell’altitudine, di essere avvelenato e di morire), di manie (ordinava e catalogava ogni cosa con meticolosità certosina, come se il controllo su quanto gli stava attornoRead more

C’ERA UNA VOLTA (23)- ROBY VARVASSORE e il Festivald’Aosta del PEACOCK PUB

Vagabond era il capellone scalzo con chitarra e sacco a pelo la cui immagine negli anni ’80 spopolava su adesivi e magliette. Icona popolare di un’epoca e di una generazione che aveva il mito del perenne peregrinare. Senza una vera direzione e senza ritorno. Non è, quindi, un caso che il cinquantunenne aostano Roberto Varvassore abbia voluto il Vagabond nel manifesto che pubblicizza l’evento “Urlo Rock” che la sera del 7 maggio, all’Amarcord dell’area verde di Gressan, festeggerà i suoiRead more