La sorprendente musica di “Abnormal”, il secondo Cd degli ABNOBA

Non è un caso che gli “Abnoba” abbiano preso il nome da una dea celtica che proteggeva le fonti. Il gruppo, nato nel 2004, si abbevera, infatti, alle fonti della musica tradizionale. La giovane età ed i gusti musicali del valdostano Vincent Boniface e dei suoi cinque colleghi piemontesi li hanno, però, spinti verso nuove strade, finendo per trasformarla, come ha scritto Roberto Sacchi, “da genere in idea”. Lo dimostra il loro secondo Cd, ”Abnormal”, che il 20 marzo èRead more

SIMONE CRISTICCHI e i “Santa Fiora Social Club” ad Aosta

Chi glielo avrebbe detto all’ottantaduenne Lino Nuciotti che si sarebbe ritrovato a cantare “La canzone dell’uccellino” nell’Auditorium del Parco della Musica di Roma o al Teatro degli Arcimboldi di Milano? O all’ottantenne Enzo Marelli che avrebbe gorgheggiato “Portatevi il prosciutto (che ve lo magnamo tutto)” davanti a 150.000 spettatori della Notte della Taranta a Melpignano? O, infine, che il loro “ Coro dei Minatori di Santa Fiora” si sarebbe esibito al Festival di Sanremo 2010? Il merito di questa improvvisaRead more

LORIS BIAZZETTI e i 70 anni di MINA

Paradossalmente questa nostra era chiassosamente presenzialista finisce per essere dominata da umbratili assenze. Momentanee o permanenti, fisiche o mentali, le assenze sono “rumori di fondo” che periodicamente riaffiorano alla coscienza con la forza dell’emozione. Uno degli esempi più eclatanti è quello di Mina Anna Mazzini che dal 1978 non appare in televisione né fa concerti (salvo uno, in studio, trasmesso sul web il 30 marzo 2001), ma che, grazie all’inarrivabile arte, continua a mantenere alti livelli di popolarità. Con picchiRead more

PACO DE LUCIA:sono sempre stato timido e felice di nascondermi dietro la mia chitarra

Uno dei temi preferiti dei canti dei Gitani è il viaggio, specchio di un’inquietudine esistenziale che li ha potati dalla lontana India in Spagna, permettendo alla musica che hanno espresso, il flamenco, di superare una distanza ancora più grande:“de querer a no querer” (“dall’amare al non amare”). Uno spirito che ha trovato la sua massima espressione musicale nel chitarrista Francisco Sánchez Gómez, in arte Paco de Lucía, che sabato 20 marzo 2010 si esibì al Palais Saint-Vincent per la “SaisonRead more

FIORELLA MANNOIA: ho imparato a sognare senza steccati

  Ha imparato a sognare “che non era bambina”, e continua a farlo oggi che ha alle spalle una quarantennale carriera che ha fatto di lei una delle protagoniste della canzone popolare italiana. «I sogni sono la spinta propulsiva della nostra vita.- ha confessato Fiorella Mannoia– Non è, poi, indispensabile che si realizzino, l’importante è averli perché spingono a fare meglio.» Non è, quindi, un caso che si intitoli “Ho imparato a sognare” l’ultimo Cd della cantante romana che riunisceRead more

NAIF HERIN nel gotha delle musiciste italiane

Oltre che dei sempre più numerosi fans, Christine Naïf  Herin fa, indubbiamente, la gioia dei giornalisti musicali. Per il bell’aspetto, le indiscutibili qualità musicali ma, soprattutto, perché fucina inesauribile di notizie. Tutte buone, tra l’altro. L’ultima è che una sua canzone è stata inserita da Paola Turci in “Giorni di Rose”, un Cd tutto declinato al femminile che uscirà il prossimo 16 aprile. E’ l’ingresso ufficiale della cantautrice di Vignil nel gotha delle musiciste italiane, visto che, oltre a lei,Read more

L’ULTIMA CORDATA DEL NOTAIO BASTRENTA

Negli anni del “fare sistema” (formula usata, in genere, per fare accettare senza discutere decisioni prese in alto) bisognerebbe recuperare il concetto del “fare cordata” caro agli alpinisti. Non quelli, però, qualunquisti e ambiziosi per i quali l’arrampicarsi è un semplice “andar sui sassi”, quanto, piuttosto, quelli per i quali la montagna è palestra di condivisione, collaborazione, empatia. A loro è riservato il paradiso di “vette pulite e scintillanti”, dove, per un attimo o per sempre, dimenticare le iniquità del mondo.Read more

LORIS DEVAL all’EuroJazzFestival di Ivrea con il LORELEI TRIO

C’è anche un valdostano tra i musicisti in cartellone nella trentesima edizione dell’EuroJazzFestival di Ivrea. Si tratta di Loris Deval, trentaduenne chitarrista di Challand-Saint-Anselme che sabato 13 marzo, a partire dalle 23.30, animerà con il suo “Lorelei Trio” il dopofestival al Jazz Club di Chiaverano (ospitato presso il “Caos Pub” di Corso Carlo Zuffo). Deval, che attualmente insegna chitarra al “Music Studio” di Ivrea, ha avuto un momento di notorietà con il gruppo “Baobabs” con cui a cavallo del millennioRead more

Acoustic Jazz Concert at L’IMPOSSIBLE di Chamonix

Tra la metà degli anni Sessanta e gli anni Ottanta i giornali di tutto il mondo scrissero dello sciatore svizzero Sylvain Saudan, soprannominato lo “skieur de l’impossible” per discese estreme come quella dell’Aiguille de Blaitière (su pendenze dell’ordine dei 55°) o quella dai 6.200 metri ai 1.800 della parete sud ovest del Monte McKinley. “L’impossible” è diventato, così, anche il nome del ristorante che Saudan ha, poi, aperto a Chamonix in uno storico edificio in Route des Pelerins. Dal 5Read more

Chi ha insabbiato “HO AMMAZZATO BERLUSCONI”?

Pur essendo il film opera prima di due giovani registi valdostani (Gian Luca Rossi e Daniele Giometto) e, per di più, incentrato sul personaggio italiano, nel bene e nel male, più noto, ci sono voluti quasi due anni perché “Ho ammazzato Berlusconi” si potesse vedere in Valle. E’ questo solo uno dei misteri che hanno caratterizzato l’iter del film proiettato la sera del 7 marzo 2010 all’Espace Populaire di Aosta e finora uscito solo in una trentina di sale italiane.Read more

Presentato ad Aosta il nuovo Cd “Into the Flesh” dei MELODY FALL

Ricordate i “Melody Fall”?  Boy band emo punk torinese, nel 2008 arrivarono alla grande ribalta del Festival di Sanremo con la canzone “Ascoltami”. Bene, è lo stesso gruppo che lo scorso 5 marzo si è esibito al “No Comment” di Quart in un concerto aperto dai valdostani “Wandering”. O, almeno, i membri sono gli stessi- Fabrizio Panebarco (voce e chitarra), Pierandrea Palumbo (basso), Marco Ferro (batteria) e Davide Pica (chitarra)- mentre la loro musica è cambiata. Una svolta stilistica sancitaRead more

CONCRETE GARDEN: raggiungere ognuno senza essere sfruttati da nessuno

Se per diversi musicisti valdostani il corso C.E.T. di Mogol ha rappresentato, creativamente, un capolinea, per altri è stato solo la tappa in un percorso artistico diretto verso lidi più avventurosi. E’ questo il caso di Federico Puppi, ventiquattrenne violoncellista e compositore di Hône, che, dopo una seria preparazione classica (sta completando il corso A.F.A.M. all’Istituto Musicale di Aosta), è alla ricerca di un nuovo approccio allo strumento che si inserisca nel panorama musicale attuale. Un percorso passato attraverso ilRead more