Ai valdostani L’ORAGE fa bene “Giugno”

A L’Orage fa bene giugno. La sera del 17 giugno, infatti, il gruppo valdostano ha calato uno storico “triplete” nella finalissima della XXIII edizione di Musicultura, presentata da Fabrizio Frizzi allo Sferisterio di Macerata. La loro “Queste ferite sono verdi” si è aggiudicata il premio per la migliore musica, la targa della critica e, soprattutto, la vittoria assoluta con consegna dell’assegnone da 20.000 Euro dell’Ubi Banca Popolare di Ancona. Ma “(Fa bene) Giugno” è anche il singolo che sta trainandoRead more

L’Acoustic Cafè di NICCOLO’ FABI al Forte di Bard

Con l’Acoustic Cafè, che il 22 giugno si è tenuto al Forte di Bard, è sbarcato in Valle un nuovo modo di approfondire la conoscenza di un cantautore: attraverso le canzoni, ma, anche, le sue parole sollecitate da un giornalista. Sul palco della Piazza di Gola i protagonisti sono, quindi, stati due: il milanese Ezio Guaitamacchi (direttore del mensile “Jam”) e il cantautore Niccolò Fabi. «Sarà un momento di scambio ed approfondimento.– aveva anticipato il quarantaquattrenne musicista romano– Non avrà ilRead more

APPUNTI DI VIAGGIO (12): Quando, a STROMBOLI, ad esplodere fu la passione tra Ingrid Bergman e Roberto Rossellini (2012)

E’ pericoloso giocare col fuoco, figuriamoci coi vulcani! Era, quindi, inevitabile che fra il regista Roberto Rossellini e l’attrice svedese Ingrid Bergman, sbarcati nell’isola di Stromboli nell’aprile 1949, la passione “esplodesse”. Le premesse lo lasciavano, del resto, presagire vista l’appassionata lettera che, nella primavera 1948, quella che allora era la più famosa attrice del mondo (aveva girato Casablanca, Per chi suona la campana, Notorious e avuto quattro nomination all’Oscar) aveva scritto al maestro del neorealismo italiano. «Caro Signor Rossellini,- vi siRead more

I HAVE A STREAM: i dARI presentano le canzoni del nuovo cd suonandole in diretta streaming

Lo slogan, “I have a stream”, con cui è stata lanciata l’iniziativa promozionale del nuovo album dei dARI, prende spunto dall’incipit di un famoso discorso di Martin Luther King (“I have dream”) per sintetizzare un sogno di Dario Pirovano, leader del gruppo valdostano. «Era da un pò– ha raccontato- che volevo suonare in diretta streaming, in modo da poter raggiungere via web tutti i nostri fans a domicilio.» Il suo sogno si è avverato nel pomeriggio del 22 giugno grazieRead more

Il soffio di sensualità di ARABA FENICE DANZA

Teatro della Cittadella dei Giovani di Aosta tutto esaurito il 16 giugno per lo spettacolo “Dal Medio Oriente all’Occidente. Soffio d’amore in danza e musica” organizzato dall’associazione Araba Fenice Danza. Protagoniste sono state le allieve dei corsi di danza orientale tenuti al C.C.S. Cogne da Maria Paola Spagnuolo ed il gruppo musicale Jazira. Ha presentato Lauretta Cigolini. «Le motivazioni che spingono le valdostane a venire a studiare danza del ventre sono molteplici.- ha spiegato la Spagnuolo-  C’è la ragazza cheRead more

PFM canta DE ANDRE’ all’Aosta Sound Fest

«Fabrizio si convinse solo quando ascoltò le registrazioni del tour. Belin, esclamò, ma la gente sentiva questo? Ah bè, adesso ho capito.» A raccontarlo è Franz Di Cioccio, batterista e cantante della Premiata Forneria Marconi che, nel 1978, fu quello che propose a Fabrizio De André di andare in tour col gruppo e nuovi arrangiamenti delle sue ballate. Ne nacquero due dischi, “Fabrizio De André in concerto vol.1 e 2”, che sono entrati nella storia. Al punto che nel 2004,Read more

L’antipop d’autore dei LoMé

E stato altamente simbolico che il 10 giugno i LoMé abbiano presentato il cd live “Prigionieri delle Scimmie” con, sul palco dell’Espace Populaire di Aosta, da una parte l’immagine Miles Davis e dall’altra quella di Frank Zappa. In fondo la stessa libertà espressiva dei due geni si respira anche nel cd, prodotto da L’Eubage, che è la sintesi di 15 ore di registrazioni di concerti che il gruppo biellese ha fatto, nel 2010, nel celebre music club milanese “Le Scimmie”.Read more

La “S(u)onata per strumenti a fato” di GAIA MOBILIJ

Sarà per quel Giove che favorisce viaggi e avventure. O per il pianeta co-dominante Nettuno che li rende particolarmente abili nel cambio di “maschera”, ma gli appartenenti al segno dei Pesci sono spesso caratterizzati da inquietudine. Umana ed artistica. Lo conferma la pescarese Gaia Mobilij, nata il 12 marzo 1975, che il 9 giugno si è esibita all’Espace Populaire di Aosta. Polistrumentista, è passata attraverso svariate esperienze umane ed artistiche (ha fatto, anche, teatro, mimo e clownerie). «Probabilmente sono allaRead more

Il rap di TWO FINGERZ ed EMIS KILLA apre l’AOSTA SOUND FEST

Pur nella varietà delle proposte, l’“Aosta Sound Fest” si distingue dalle altre rassegne estive valdostane perché è quella che maggiormente cerca di andare incontro ai gusti dei giovani. Lo conferma il concerto di apertura, che il 9 giugno, alle 21, vedrà protagonista, sul palco dello stadio Puchoz di Aosta, il rap dei Two Fingerz e di Emis Killa, per un’iniziativa che, essendo una specie di festa di fine anno scolastico, prevede per gli studenti un biglietto ridotto (10 euro, inveceRead more

“Il più bel discorso sul rock’n’roll mai sentito” di BRUCE SPRIGSTEEN

A mezzogiorno del 15 marzo 2012 («quando tutti i musicisti degni di questo nome dormono»), alla Ballrom del Convention Center di Austin, Texas, Bruce Springsteen ha tenuto uno dei suoi più bei “concerti”. Senza E Street Band (che, comunque, era in prima fila) e senza strumenti (anche se una chitarra acustica ad un tratto si è materializzata), ma toccando le “key notes (note giuste)” in quello che è stato definito “il più bel discorso sul rock’n’roll mai sentito”. L’occasione eraRead more

TANGUEANDO con il bandoneón di EZIO BORGHESE

Gli argentini lo chiamano anche “fuelle”, mantice, in quanto attizzerebbe gli animi dei tangueros come questo fa col fuoco. Nato, infatti, in Germania per accompagnare i canti durante le processioni, il bandoneón è diventato lo strumento caratteristico della passione del tango bonaerense. «La scelta– spiega Ezio Borghese– fu dettata dal fatto che agli inizi, quando il Tango si ballava per strada, era sicuramente più comodo suonarlo con strumenti portatili come la chitarra, il violino, il flauto e, appunto, il bandoneón.Read more