GENNARO PORCELLI infiamma l’Armadillo di Courmayeur

L’ultimo singolo del chitarrista Gennaro Porcelli si intitola “Side by side”, ed è dedicato alla vita dei musicisti di blues che devono convivere coi problemi quotidiani cercando di rimanere sé stessi. Ma “fianco a fianco” coi grandi del blues, e non solo, il trentaseienne napoletano è solito lavorare da anni. A cominciare da Edoardo Bennato che da 14 anni se lo tiene ben stretto nella sua band. «Ormai faccio parte della sua family.- ha confessato– Ha ancora una un’energia pazzescaRead more

I KINA ristampano il vinile di “Se ho vinto, se ho perso” a 28 anni dalla sua pubblicazione

Fu vent’anni fa, nell’estate 1997, che il bassista Gianpiero Capra disse agli altri membri dei KINA: «Ragazzi, basta!» Basta faticosi tour in giro per mezza Europa a bordo di un Transit diesel. Basta dischi autoprodotti per un’etichetta, la “BLU BUS”, che, quando, nel 1984, l’avevano fondata da quel pulmino aveva preso il nome. Basta, soprattutto, concerti. Dopo tre lustri di vita si concludeva così la parabola degli aostani Kina, “best italian Punk from Aosta”, come ancora adesso vengono definiti inRead more

La carica dei ROCKIN’ 1000 travolge la Val Veny

1039 musicisti e 5000 spettatori paganti circa nelle due giornate (il biglietto costava 24 euro). Questi i numeri ufficiali dei due giorni (28 e 29 luglio) del Summer Camp di Rockin’ 1000 che ha portato a Plan Veny di Courmayeur la “più grande rock band del mondo” per registrare due video che tra qualche giorno avranno milioni di visualizzazioni web. Com’è successo per i precedenti: il video di ‘Learn to fly’ dei Foo Fighters, registrato a Cesena due anni fa,Read more

All you need is Rock: ECOLE DU ROCK & FRIENDS sing and play THE BEATLES

La fantasia al potere, tanto invocata dai giovani della fine degli anni Sessanta, si concretizzò nella musica dei Beatles, e, in particolare, nel loro album “Sgt.Pepper’s Lonely Hearts Club Band”. Pubblicato il 1° giugno 1967 cambiò la storia della musica pop-rock (la rivista Rolling Stone lo ha inserito al primo posto della lista dei 500 migliori album di tutti i tempi), ma, anche della grafica, del marketing e, più in generale, del costume.In Valle i festeggiamenti per il suo mezzoRead more

Quando RICKY MANTOAN trasportò la Storia valdostana a Nashville

In Valle d’Aosta aveva molti amici Ricky Mantoan, morto il 14 dicembre 2016, a causa dello scoppio di un aneurisma aortico. Pochi giorni prima, il 4 dicembre, aveva compiuto 71 anni, gran parte dei quali dedicati alla musica. Soprattutto quella popolare americana, sulla quale si era formato, ma, anche, al rock e alla musica antica (suonava l’arpa nel gruppo Canavisium moyen age). Il suo nome è legato soprattutto al Branco Selvaggio, la band con la quale, a partire dal 1978, siRead more

DEEP ELEM, la Blues Fest organizzata da Max Arrigo alla Cittadella di Aosta

Negli anni Trenta ci fu chi arrivò a dire che se Gesù Cristo fosse tornato sulla Terra avrebbe scelto Deep Ellum. All’epoca in questo sobborgo di Dallas affari, gioco e religione convivevano senza attriti, ma, soprattutto nei suoi club si esibiva gente come Blind Lemon Jefferson, Robert Johnson, Lead Belly e Bessie Smith. Non è, quindi, un caso che Max Arrigo abbia intitolato “Deep Elem” la Blues Fest che il 22 maggio ha organizzato alla Cittadella dei Giovani di Aosta,Read more

LELE ROMA: lo storyteller di vinili

Mette i dischi ma non chiamatelo deejay. Piuttosto “selecter” (selezionatore). O, ancora meglio, “storyteller”, perché a Gabriele “Lele” Roma piace raccontare le storie che stanno dietro le canzoni che da trent’anni propone. Al punto che questo quarantanovenne torinese ha ideato i “Flasback sofa”, corsi di cultura musicale da godersi comodamente seduti in poltrona in cui ripercorre la storia, le mode e le culture del rock dagli anni ’50 ad oggi. «Ho anche venti anni di attività radiofonica in varie stazioniRead more

PINO “Highlander” SCOTTO: “Come dice mia madre: il più sano c’ha la rogna.”

Sul palco dello stadio Puchoz, per la penultima serata dell’Aosta Sound Fest, il 28 giugno è arrivata un’icona del rock italiano: Pino Scotto. Il sessantacinquenne cantautore campano ha alle spalle oltre trentacinque anni di carriera iniziata come frontman dei Vanadium, storica heavy rock band con cui realizzò otto album. «Finita quell’esperienza– ha spiegato prima del concerto- ho scoperto la libertà di scrivere, collaborare, cantare e suonare con chiunque. Negli anni ho, così collaborato con Club Dogo, Modena City Ramblers, J-Ax,Read more