PATRICK PASSUELLO “Re per una notte” con il B.Y.O.B. Party nel suo P-Fucktory Studio

Ripensando alla propria vita è più facile che uno ricordi notti insonni che grandi dormite. Lo sanno bene The Room che all’insonnia, che ha afflitto per anni il chitarrista Loris Massera, hanno dedicato il concept album “Insomniac”, ma lo può confermare Patrick Passuello che ricorderà sicuramente a lungo la notte del 1° giugno 2016 in cui non è riuscito chiudere occhio per la valanga di emozioni scatenate dal B.Y.O.B. (Bring Your Own Bottle) Party organizzato nel suo atelier aostano, ilRead more

200.000 visite in 22 mesi di BLOG. GRAZIE !!!

Duecentomila visite in soli 22 mesi per un blog culturale è, come canterebbe De Andrè, “cosa alquanto strana e più che altro non sperata”. Fa, in ogni caso, molto piacere, per di più, in un periodo di crisi dei Blog, minacciati, come sono, dall’avvento di strumenti meno impegnativi come Facebook e Twitter. Cliccare sul “mi piace” o linkare frasi o canzoni famose è pratica condivisibile a piccole dosi. Se diventa, invece, preponderante è troppo spesso sintomo di quella passività che,Read more

SESSANTAMILA VISITE IN NOVE MESI

Sessantamila come gli sfollati del terremoto abruzzese. Sessantamila come i morti che ogni anno ci sono in Italia per incidenti automobilistici. Sessantamila come le cattedre perse nelle scuole primarie con il passaggio al maestro unico. Sessantamila come i preservativi mandati al Papa per protestare contro i suoi discorsi anti profilattici.  Tra tante notizie non proprie liete non si può che essere soddisfatti delle SESSANTAMILA visite totalizzate  da questo blog  in soli nove mesi di vita (giusti giusti visto che èRead more

Ho fotografato la mia OMBRA

C’è chi per intuire la sua “Ombra” ci ha messo tutta una vita,  a me è  bastato, invece, andare un pomeriggio al Museo del Parco Astronomico di Pino Torinese per, addirittura, fotografarla. “Ombra”, cioè la parte oscura del nostro inconscio ipotizzata all’inizio del Novecento dallo psicanalista Carl Jung  che vi distinse  una parte personale, propria della personalità dell’individuo, ed una sovrapersonale, archetipo del Male. Ma la “materia oscura” c’è anche nell’Universo. E tanta. « È una situazione alquanto imbarazzante dover ammettere che non riusciamoRead more

FEDELE CONFALONIERI: i cimiteri sono pieni di persone indispensabili

«Comunque anche i matrimoni finiscono male». Questa frase, ascoltata lo scorso 22 maggio da Fedele Confalonieri, poteva far pensare alla strombazzata vicenda personale del suo amico Silvio. In realtà il presidente di Mediaset– che si trovava ad un convegno svoltosi a La Bagnaia, vicino Siena- si riferiva al “divorzio” Mediaset-Enrico Mentana, susseguente alle polemiche scatenate dal giornalista per l’insufficiente approfondimento giornalistico su Canale 5 della notizia della morte di Eluana Englaro. Vicenda che Confalonieri liquidava con un terribile epitaffio: «i cimiteriRead more

“Nativi digitali” o “Tardivi digitali”? Meglio “Eretici digitali”

Il 1980 è la linea di demarcazione anagrafica che separerebbe chi è cresciuto con le tecnologie digitali- come computer, internet, telefoni cellulari e Mp3 (“Nativi  digitali”) – da quelli che vi si sono dovuti convertire (“Non nativi digitali”). Secondo Luca Sofri segnerebbe anche la separazione tra il mondo nuovo ed il mondo vecchio, tra i protagonisti e gli emarginati del nostro tempo . E’ questa la tesi espressa ne “L’era dei tardivi digitali”, la prefazione che ha scritto per ilRead more

“Il caso Englaro è qualcosa di vomitevole”, afferma lo scrittore DANIELE GORRET

«E’ qualcosa di vomitevole. La situazione che si è creata intorno al dramma di Eluana Englaro è oscena». Ad essere indignato è lo scrittore Daniele Gorret, che al tema della morte ha dedicato anni di profonde riflessioni confluite nei tre volumi “Venticinque maniere per morire”, “Crocefissi” e “Via Crucis”. «Tutto ciò è conseguenza del fatto che la morte è l’argomento più rimosso e dimenticato della nostra epoca. Un atteggiamento irrazionale ed infantile che in Occidente è iniziato quando la civiltàRead more