“MEGLIO TARDI CHE MAO” presentato all’Espace Populaire di Aosta

Uno che, negli anni Novanta, si era affermato con un gruppo che si chiamava Mao e la Rivoluzione non poteva che scegliere l’Espace Populaire di Aosta per presentare un suo libro. Lui è il quarantunenne torinese Mauro Gurlino, in arte Mao, che la sera del 28 aprile nel locale di Via Mochet (e, nel pomeriggio, alla Libreria Aubert) ha presentato il libro “Meglio tardi che Mao” che, con protagonisti camuffati da pseudonimi ed anagrammi, ripercorre le sue avventure, quelle diRead more

La voce luminosa di GIORGIA illumina il Palais Saint-Vincent

Tanto per iniziare, ha messo subito le cose in chiaro. “Come saprei riuscirci io… nessuno saprebbe mai” ha cantato, salendo sul palco del Palais Saint-Vincent. E tutto il concerto del 27 aprile è stato una conferma di come siano in pochissime le cantanti coi mezzi vocali di Giorgia, che sappiano, cioè, fare le cose che sa fare lei. Ma questo si sapeva. A certificarlo è stata gente come Herbie Hancock (“quando canta– ha detto- ha una luce dentro”) o EltonRead more

Ad Aosta l’AntifaFest dà nuova linfa al 25 aprile

Nata per dare “nuova energia ad una festa della Liberazione atrofizzata ed appiattita sulla commemorazione”, il 25 aprile l‘ “AntifaFest” di Aosta è riuscita nel suo intento coinvolgendo, in una cima di festa, centinaia di persone nella centrale Place des Franchises. Ad organizzarla è stato il Collettivo Studentesco, movimento apartitico nato nel 2008, che comprende studenti valdostani tra i 15 ed i 25 anni accomunati dall’essere contro la globalizzazione, il capitalismo ed il fascismo (da cui l’Antifa del nome della festa).Read more

PAOLO VILLAGGIO (e la sua paranoia della morte) a BABEL 2012

Un sentimento di morte aleggia sempre più spesso nelle uscite pubbliche di Paolo Villaggio. Anche le più innocue e disimpegnate, come la presentazione del suo libro “La vera storia di Carlo Martello” avvenuta il 25 aprile nel tendone montato in Piazza Chanoux, ad Aosta, per la terza edizione di “Babel”. Anche in questa occasione si è trattato di un lucroso pretesto (del libro ha solo accennato, lasciando inoperoso l’intervistatore Arnaldo Colasanti) per mettere in scena la sua annosa paranoia dellaRead more

C’ERA UNA VOLTA (16) Il decennale di “…basta” dei Losbastardos

Era l’aprile 2002. E, tra un piccolo aereo che si schiantava sul Pirellone di Milano e la morte (a causa di uno speedball) di Layne Staley, cantante degli Alice in Chains, si inserì la pubblicazione, su etichetta “Opere Buffe”, di “…basta” dei Losbastardos. Dopo 12 anni di gavetta ed esperimenti, con questo secondo cd il gruppo valdostano tentò il salto di qualità. Lo confermavano la produzione dell’elvetico Hairi Vogel, la registrazione al Can Studio di Colonia e l’utilizzo di benRead more

I “voli tentennanti” e i “soffici soffi” dei PLOT

E’ stato l’ottavo appuntamento della rassegna “Espace Jazz”, ma, al concerto che il duo Plot ha tenuto il 20 aprile all’Espace Populaire di Aosta, l’etichetta “jazz” sta stretta. Lo stesso chitarrista torinese Claudio Lodati, che con la cantante Rossella Cangini lo forma, non ama definirsi un jazzista, anche se ne avrebbe tutti i titoli vista la quarantennale carriera che ha alle spalle. Negli anni Settanta è stato, per esempio, uno dei fondatori dello storico quartetto Art Studio, che il jazzRead more

LE SELEZIONI VALDOSTANE DI AREZZO WAVE 2012

I veri vincitori delle selezioni regionali dell’Arezzo Wave Festival, svoltesi il 15 aprile alla Cittadella dei Giovani di Aosta, sono stati i ragazzi del Music Does (Alessandro Longo, Michael Subet, Michela Galbiati, Alessandro Mocellin e Massimiliano “Max Trash” Mattei) che le hanno organizzato nonostante sia stato tagliato il finanziamento regionale che annualmente garantiva i rimborsi spese. Lavorando, a costo zero, dalle 10 di mattina alle due di notte hanno permesso che la più storica ed importante vetrina valdostana della musicaRead more

ALBERTO VISCONTI canta BRASSENS

Incredibilmente per una regione francofona come la Valle d’Aosta, nel 2011 vi è passato quasi inosservato il trentennale della scomparsa del grande cantautore francese Georges Brassens, morto sessantenne a Saint-Gély-du-Fesc il 29 ottobre 1981. A parziale riparazione è arrivata la serata che il cantautore Alberto Visconti gli ha dedicato il 15 aprile all’Espace Populaire, nell’ambito del ciclo “Master’s Song”, che il team leader de L’Orage sta dedicando ai grandi cantautori di tutto il mondo. Lo stesso nome del gruppo, trattoRead more

La rabbia festosa di “¡INDIGNADOS!” dei IUBAL KOLLETTIVO MUSICALE

Sono “fuori di melone”. Almeno così dice la voce del sampler che, sul nuovo cd, hanno inserito alla fine della loro “Butta male”. “C’è un’età in cui puoi fare quel lavoro lì.- vi insiste un anonimo- A trent’anni non funziona più”. Funzionano, invece, eccome, le canzoni di “¡Indignados! – La piazza è nostra”, il secondo cd del gruppo valdostano Iubal Kollettivo Musicale che il 14 aprile è stato presentato all’Espace Populaire di Aosta. E, a nove anni dalla costituzione eRead more

L’anima della notte nel chitarrismo di GILBERT IMPERIAL

C’era una volta il chitarrista classico, che da quattro assi di legno e sei corde di budello (e, poi, di nylon) sapeva trarre cattedrali di suono più o meno mirabili. Come si sia, oggi, trasformata questa figura lo ha dimostrato Gilbert Imperial nel corso del concerto tenuto il 12 aprile al Theatre de la Ville di Aosta per la Saison Culturelle. Nel suo viaggio nelle caratteristiche espressive delle varie anime della chitarra del Novecento, Imperial è partito dal modello diRead more

PURE QUESTO E’ AMORE (14) I drammaturghi non ci insegnano nulla sull’amore. Lo rendono carino, comico o lascivo. Non possono renderlo vero.

LONDRA 1593. Lady Viola (Gwyneth Paltrow) segretamente innamorata di Willian Shakespeare (Joseph Fiennes) viene ricevuta a Corte dalla Regina Elisabetta d’Inghilterra(Judi Dench) Regina Elisabetta: Cos’è che amate tanto? Amate le storie di Re e Regine? Di fatti d’arme? O l’amor cortese? Lady Viola: Amo il teatro… e amo la poesia al di sopra di tutto Regina Elisabetta (Judi Dench) I drammaturghi non ci insegnano nulla sull’amore. Lo rendono carino, lo rendono comico o lo rendono lascivo. Non possono renderlo vero.Read more

PATTY PRAVO: la cambio io la vita che non ce la fa a cambiare me

Per una che nel 1994, durante una trasmissione televisiva in Cina, aveva avuto un miliardo e trecentomila spettatori non fu certo piacevole il 18 giugno 2006 ritrovarsi la platea del Centro Congressi di Saint-Vincent “sconsideratamente vuota”. Fu quello, infatti, il commento di Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo (Venezia 9 aprile 1948), quando, salita sul palco del Salone Gran Paradiso, si ritrovò davanti solo un centinaio di persone (il concerto era, purtroppo, riservato ai clienti del Casinò). Le sue “canzoni stupende”Read more