MUSICA PER GLI OCCHI VdA (1) – “IMMAGINA” di Alba BERTONE e Andrea Sago Di Renzo (2019)

IMG_2735.jpgTra i sevizi gestiti ad Aosta dalla Cooperativa sociale Arc-en-ciel c’è il Centro diurno psichiatrico di Via Innocenzo V Papa. Una delle sue attività è il laboratorio RAP condotto dall’aostano Andrea Sago Di Renzo. Ed è stato proprio sotto la sua guida che, nei mesi scorsi, una decina di pazienti hanno scritto il testo di “IMMAGINA”, la canzone di cui il 26 aprile è stato pubblicato su YouTube un video (https://www.youtube.com/watch?v=LqSnlJ9a1QA). A cantarla e suonarla è ALBA BERTONE, trentanovenne aostana che ne ha composto anche la musica. «La malattia mentale è isolamento, invece questa attività è stata un momento in cui i ragazzi hanno pensato assieme.- spiega Alba- Lavorando in piena libertà si sono espressi senza timori, trattando anche temi di attualità.»Alba- Sago P1330024.jpgImmagina che al collocamento il lavoro prenda il sopravvento. Immagina che non mi lamento più se la mattina è in ritardo il bus”. Inizia così una canzone che si conclude con la speranza “di avere il cuore leggero e di danzare con uno straniero”. Anche la resistenza di una paziente, che si è rifiutata di collaborare al testo, è stata trasformata nel ritornello “Io no, io no, io no, io non immaginerò… cambiare non si può”. Un pessimismo che, alla fine, si è tramutato in “cambiare si può, cambiare si deve”, con ,in sottofondo, l’ottimistico ritornello di “Don’t worry, be happy” di Bobby Mc Ferrin fischiettato da Simone Momo Riva (nel cui TdE studio la canzone è stata registrata). Simone e Sago fanno parte della band Sago e i suoi Princìpi che ha in programma di produrre altre filastrocche musicali di Alba, che, oltre a suonare le percussioni con Tamtando e SGMD, alla SFOM ha frequentato un laboratorio jazz con Riccardo Ruggeri. Pezzi come “Blues Blu” e, soprattutto, “Notes”, nella quale si paragona ad una lucertola, la cui “coda si taglia ma ricresce“, concludendo con “la musica mi abita…e mi guarisce.”

Rispondi