fbpx
Musica valdostana

I piccoli violinisti della Scuola Suzuki della Valle d’Aosta illuminano la Festa della Musica più silenziosa di sempre

Suzuki 1La più grande gioia che la musica possa dare è il suonare insieme. Ecco, quindi, che una Scuola come quella Suzuki, che ne ha fatto una filosofia per crescere con la musica, non potesse concludere questo travagliato anno scolastico 2019-2020 con un triste saggio online. Così, almeno, ha pensato uno dei fondatori della Scuola in Valle: il violinista Adriano Coluccio. <Dopo tre mesi di quarantena passati a far lezione davanti ad un computer, volevo ci fosse un ritorno, anche parziale, alla normalità.- aveva spiegatoNon si tratta, naturalmente, del solito saggio dell’orchestra, ma delle esibizioni in piccoli gruppi di 14 violinisti della mia classe, tra i 5 ed i 13 anni. Con me che li aiuto suonando la seconda voce. E, per rispettare le norme anti-Covid, non sarà al chiuso, quanto piuttosto all’entrata della miniera di rame di Ollomont. Un posto molto bello, che ha anche una buona acustica>. Suzuki 2 piI ragazzi, con le famiglie, si sono così ritrovati alle 10.30 di sabato 20 giugno nella piazza di Ollomont, per poi recarsi a piedi all’entrata della miniera, dove hanno fatto il saggio. Iniziando e terminando con due pezzi tutti insieme. Suzuki 3 piPiù che un semplice concerto, l’esibizione è stata un coraggioso gesto di ribellione alla cappa di paura e divieti imposti dalla pandemia alla Musica. Più o meno consapevolmente Adriano Coluccio ha indicato la strada per uscire dal tunnel (simbolicamente rappresentato dall’ingresso della miniera): poche parole e più fatti, meno personalismi e calcoli e più spontaneità e lavoro silenzioso e nell’ombra, meno chiusure per ambizioni personali e più apertura disinteressata verso il futuro. E questo alla vigilia della Festa della Musica più silenziosa di sempre. Suzuki 6 iStanding ovation, quindi, a lui, per la sua sensibilità e bravura, ed ai suoi ragazzi. Il sorriso che ha illuminato il volto della piccola Giulia (5 anni) dopo che il suo Maestro è riuscito a farle fare il suo esordio pubblico, vincendo paure e lacrime, vale più di qualsiasi effimero trionfo di popstar. Suzuki 5Fondata nel lontano 1993, la sezione valdostana della Scuola Suzuki è inserita nella SFOM ed associata all’European Suzuki Association, che durante il lockdown ha realizzato dei Live Virtual Concert con allievi europei e americani, i cui video si possono vedere su YouTube. Vi hanno partecipato anche dei ragazzi valdostani. A quello del 7 giugno le violiniste Carole ed Estelle Champretavy (https://www.youtube.com/watch?v=nGri1r4Aufo&feature=youtu.be)  mentre a quello del 14 giugno il chitarrista Edoardo De Luca, allievo di Stefania Ugolin (https://www.youtube.com/watch?v=iH_-7sMRhwQ&t=15s ).Zanardi piSuzuki 76B090AF9C71.non-draft.96dpiSuzuki 7Suzuki 4 3

Un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: