Al grido di “Laissez-nous danser!” la terza edizione di “T*Danse” conquista la Cittadella di Aosta

Si svolge ad Aosta, ma il festival “T*Danse-Danse et Technologie” potrebbe benissimo tenersi a Parigi, New York, Londra o qualsiasi altra metropoli in cui convergono, mischiandosi, le ultime tendenze culturali. E’, infatti, un’aria cosmopolita che, dal 14 al 21 ottobre, si è respirata alla Cittadella di Aosta dove si è svolta la terza edizione di un festival che vuole “promuovere e diffondere la danza contemporanea nel territorio delle Alpi Occidentali attraverso nuovi sguardi sulla scena contemporanea europea ed una sempreRead more

T*DANSE – danse et technologie- 2° Festival internazionale della nuova danza di Aosta

Apertura, condivisione, partecipazione, scambio, superamento delle barriere. Su concetti a cui i valdostani sono poco avezzi si è basato il programma del “T*Danse-Danse et Technologie”, il festival di nuova danza che, dall’11 al 15 ottobre, ha festeggiato alla Cittadella di Aosta la sua seconda edizione. Se a ciò aggiungiamo idee e nuovi linguaggi e tecnologie, si può parlare di propositi rivoluzionari per la Valle, che, in ogni caso, la manifestazione, promossa dalla compagnia valdostana TiDA con la direzione artistica di Francesca FiniRead more

MORG-EX MACHINA: un pò fiera, un pò festival

Con pochi mezzi finanziari e tanta fantasia, Marco Chenevier ed il suo Teatro Instabile di Aosta da otto estati riescono ad animare le strade di Morgex (AO) con “Morg-Ex Machina”. Un po’ fiera un po’ festival, la rassegna si caratterizza per l’unione di spettacoli di Circo, Danza e Teatro con un mercato enogastronomico che la finanzia al 50% (l’altra metà è a carico dell’amministrazione comunale). Anche il 20 e 21 luglio 2013 gli spettacoli si sono svolti lungo le strade e leRead more

La piena di sensazioni di “terre(in)moto” evoca l’alluvione valdostana del 2000

E’ un’arma a doppio taglio creare opere artistiche legate a commemorazioni o celebrazioni. Da una parte è molto più facile essere finanziati dagli enti pubblici, dall’altra la libertà creativa ne viene condizionata, finendo spesso per cadere in un conformismo insipido che le condanna ad un rapido oblio. E anche quando i risultati sono convincenti, risulta difficile prevedere un futuro che vada oltre l’occasione che li ha generati. Prevedibilmente sarà questo il destino di “terre(in)moto”, lo spettacolo di teatro-danza andato in scena alRead more