“S’ignora”, il progetto sinestesico di Giovanni CACCAMO e Giovanni ROBUSTELLI, chiude, ad Aosta, Les Mots

L’ottava edizione di “Les Mots – Festival della Parola in Valle d’Aosta” si è chiusa il 1° maggio con il progetto “sinestesico” che ha mischiato la musica di Giovanni Caccamo con la pittura di Giovanni Robustelli nella cornice aostana della neoclassica Piazza Chanoux. Una delle “bellezze nascoste” italiane che sta toccando il loro tour “S’ignora” che, non a caso, è stato patrocinato dalla Commissione Italiana per l’UNESCO (è il suo Comitato Giovani valdostano ad averlo promosso ad Aosta). Il suo stesso nome,Read more

ALICE:La musica migliore è il silenzio che consente la ricerca interiore per trovare se stessi

«La sua canzone più bella è diventata la più brutta.» Il commento di uno spettatore alla stralunata versione di “Per Elisa” cantata da Carla Bissi, in arte Alice, durante il concerto che, il 1° marzo 1996, tenne al Teatro Giacosa di Aosta la disse lunga sull’evoluzione avuta dalla “cerbiatta di Forlì” (città dove è nata il 26 settembre 1954). «E’ come se la gente sia rimasta ferma a quel periodo.- mi confermò la musicista-Io però non sono più quella diRead more

FRANCO BATTIATO: stati di gioia sotto il castello di Fénis

  Non è facile scegliere l’evento musicale di questa estate valdostana piena di stelle. Sarà, comunque, difficile eguagliare l’intensità emotiva del concerto che Franco Battiato ha tenuto la sera del 26 luglio sotto la cinta muraria merlata del castello di Fénis per la rassegna “Musicastelle” dell’assessorato regionale al Turismo. Non a caso l’evento (per il cantautore era l’unico concerto dell’estate 2010)  ha avuto una eco nazionale grazie alla diretta su Radio Uno nell’ambito della trasmissione “Suoni d’Estate”. Gli ingredienti perchèRead more

Il fuoco e il desiderio di GINO CASTALDO al Premio MOGOL

Quando si ascoltano personaggi come Gino Castaldo viene, inevitabilmente, in mente il detto “parla come un libro stampato”. Ne ho avuto una conferma il 3 giugno, quando ho incontrato il celebre critico musicale di “Repubblica” prima della cerimonia di consegna, al Teatro Romano di Aosta, del terzo Premio Mogol, di cui era uno dei membri della giuria. Punto di partenza della nostra chiaccherata è stato, proprio, un suo interessantissimo libro del 2008: “Il buio, il fuoco, il desiderio. Ode in morte dellaRead more

DORI GHEZZI e il pudore nel cantar d’amore di FABRIZIO DE ANDRE’

Nella giuria che ha deciso l’assegnazione del “Premio Mogol 2010” spiccava la presenza della cantante Dori Ghezzi, che coi testi di qualità, grazie al marito Fabrizio De Andrè, ha convissuto per 25 anni. «In veste di giurata mi trovo a disagio– ha confessato- perché per anni, quando cantavo, ho sofferto molto ad essere giudicata. Mi ha convinto l’entusiasmo che trasmette Mogol, che con questo premio si può dire che cerchi di riportare la canzone popolare in paradiso, dov’è nata.» Com’era vedereRead more

Il PREMIO MOGOL 2010 ex aequo a Edoardo BENNATO e Simone CRISTICCHI

E’ stata caratterizzata da inconvenienti e ritardi la premiazione del terzo “Premio Mogol” svoltasi il 3 giugno. E se i primi sono quasi fisiologici per le riprese televisive della serata condotta al Teatro Romano da Fabrizio Frizzi (trasmessa ieri su Rai Uno), imprevisto era, invece, il ritardo con cui è stato comunicato il vincitore del Tatà d’oro che ha reso inutile la conferenza pomeridiana al Palazzo Regionale. La giustificazione ufficiale è stata l’incertezza della giuria composta da Dori Ghezzi, GinoRead more

Le nominatons del terzo PREMIO MOGOL

La cerimonia di premiazione della terza edizione del “Premio Mogol”, organizzato dall’Assessorato regionale all’Istruzione e cultura, si svolgerà il prossimo 3 giugno (ore 21.15-ingresso gratuito) nella nuova struttura del Teatro Romano di Aosta. Lo sottolinea anche la grafica del premio che quest’anno è dominata dalla foto del monumento e da un “tatà”(cavallo giocattolo) stilizzato (che richiama quello d’oro che costituisce, materialmente, il premio). A condurla sarà  Fabrizio Frizzi, il “presentatore smart (brillante)”, come l’ha definito Mogol il 26 maggio, nel corsoRead more

ANGELO BRANDUARDI: sono come l’aglio, un gusto estremo facilmente riconoscibile

Auguri al cantautore Angelo Branduardi, nato a Cuggiono il 12 febbraio 1950, di cui ripropongo un’intervista fattagli in occasione del concerto del 9 dicembre 1994 al Teatro Giacosa di Aosta per la “Saison Culturelle”l . L’Angelo Branduardi che abbiamo incontrato in occasione del suo concerto aostano del 9 dicembre  ha folti e riccioluti capelli non certo peli sulla lingua. Il cantautorato genovese? «Lo trovo abbastanza deludente:  facevano Brassens e Brel di seconda, terza e quarta mano.» La musica militante? «Una palla. Come pureRead more

TIZIANO FERRO a Saint-Vincent: piccoli passi, grandi cifre

Tiziano Ferro è “condannato” a fare notizia. Al punto che se ne è fatta una ragione ludolinguistica cantando “notizia è l’anagramma del mio nome”. E notizia ha, inevitabilmente, fatto anche in occasione del concerto dello scorso 7 dicembre al Palais Saint-Vincent per la “Saison Culturelle”. A cominciare dalle cifre: dai 157 mila Euro più IVA che lo hanno convinto a fare un concerto “extra tour” agli oltre 1800 spettatori che hanno riempito il Palais, confermando come sia ormai diventato unRead more