La BADOCHE di MORGEX

1 Badoche Morgex ok IMG_4177
Ricollegandosi a riti celtici propiziatori, la “Badoche”, fin dall’inizio del XX secolo, indicava quei gruppi che, in Valle d’Aosta, si facevano carico dell’organizzazione di feste come il carnevale o la festa patronale, ma, anche, di prestazioni di lavoro gratuito per le famiglie meno abbienti.

Nei comuni della Valdigne (Courmayeur, La Thuile, Pré-Saint-Didier, Morgex e La Salle), ma, anche a Sarre ed Aosta, il termine ha, in seguito, indicato il gruppo di giovani scapoli (solo successivamente sono state ammesse le donne) che si occupa dell’organizzazione della festa patronale secondo gli antichi rituali.

1 Badoche 1 phontoSembra che, in Valle, la tradizione sia nata proprio a La Salle in occasione della festa patronale dedicata a San Cassiano di Imola che si festeggia il 13 agosto.

A Morgex si festeggia, invece, il 14 e 15 agosto, in occasione della Festa Patronale di Notre Dame d’Août.

A condurre la festa sono il “capo Badocher” e la sua compagna, la “badochère”. Alla vigilia la coppia, nel vestiti tradizionali, guida di casa in casa il piccolo corteo che, accompagnato da suonatori di fisarmonica e sassofono, raccoglie le offerte che serviranno a finanziare i festeggiamenti.

L’insegna del badocher è la cosiddetta “alabarda“, un bastone coronato di fiori e ornato di nastri di seta multicolori, donati dai genitori nell’anno di nascita del proprio figlio.

Per la questua si usa, invece, un piatto, anch’esso decorato da fiori e nastri, pieno di dolciumi da offrire in cambio dell’obolo.1 Badoche 1 phontoIl giorno del santo patrono, la badoche, che a Morgex fa attualmente capo alla Società dei Dahüs, continua la visita alle abitazioni del capoluogo fino alle 10,30, poi partecipa  alla Santa Messa, al termine della quale, nella piazza antistante la chiesa parrocchiale, ravviva i balli in cui vengono coinvolti le autorità locali, alcune categorie sociali (come gli sposati e i coscritti) e gli abitanti delle varie frazioni di Morgex. Dopo una sosta per il pranzo, riprende il giro di questua  fino alle 17.30, quando hanno inizio gli altri balli di piazza che si accompagnano alla cerimonia di donazione dei nastri dei nuovi nati.1 Badoche 5 phonto1 Badoche 2 phonto1 Badoche 3 phonto1 badoche 6 phonto

1 Badoche phonto

1 badoche 5 IMG_64071-badoche-morgex-1921-phonto-copy1 Daniele FullSizeRender-4.jpg1 Badoche FullSizeRender-3.jpg1 Badoche Attachment-1.jpg1 Badoche FullSizeRender-2.jpg1 Badoche FullSizeRender-5.jpg1 Carole FullSizeRender.jpg

1 response to La BADOCHE di MORGEX

Rispondi