L’ELOGIO DEL MULO VALDOSTANO di Daniele Gorret

Per quanto io salga e io discenda queste valli, più non ritrovo la forma ispida-cordiale la marcia forte-certa del mulo valdostano ..Docili perfetti carichi o di sassi o d’uomini o provviste passavate: nipoti dei nipoti dei nipoti dei muli che vinsero la guerra (il Grappa il Pasubio l’Adamello): guerra o pace per voi uguale sempre sforzo sacrificio. Pure, ogni volta, c’era un punto fermo oltre il quale- soldato o contadino- il mulo non andava: questo punto chiamalo, se vuoi: UmanaRead more

PURE QUESTO E’ AMORE (1) “Libro dell’Amante e dell’Amato” di DANIELE GORRET

L’argomento, l’Amore, è sicuramente quello più abusato nella letteratura di tutti i tempi e di tutte le latitudini, se, però, a occuparsene è uno scrittore come Daniele Gorret c’è sicuramente da aspettarsi variazioni sul tema molto personali. Attesa che non va delusa nel “Libro dell’Amante e dell’Amato”, appena pubblicato dallo scrittore di Chatillon per le edizioni “Joker” di Novi Ligure. L’opera si distingue, infatti, per il “crescendo di audacia e di scandalo” con cui passa in rassegna dieci forme d’amore:Read more

L’ “AOSTA CITTA’ NECESSARIA” della strana coppia Gorret – Martinet

Sono trascorsi sessanta anni da quando Alberto Savinio (al secolo Andrea De Chirico, fratello di Giorgio) raccontava con entusiasmo Aosta nella sua rubrica “Finestra in Val d’Aosta” pubblicata sul “Corriere della Sera” e sul “Corriere d’informazione”. Fu, infatti, nel 1948 che questo ingegnoso musicista, pittore e letterato coniò la definizione di “Aosta città necessaria”. «Nessuna città quanto Aosta ha tanta ragione di città.- scriveva – È la madre. E come madre sta nel mezzo. Espande intorno tante braccia cave: leRead more

“L’ITALIA ILLUSTRATA” di DANIELE GORRET è “una nazione perfetta alla rovescia”

Il primo audiolibro fu registrato nel 1933, su dischi di alluminio, dall’antropologo John Harrington per tramandare, dalla loro viva voce, i racconti dei Nativi americani. Diretto discendente di quello spirito è l’audiolibro “L’Italia illustrata” in cui, grazie all’attore Valeriano Gialli, acquistano fisicità le parole dello scrittore valdostano Daniele Gorret, appartenente anche lui ad una razza in via d’estinzione: quelli degli “utopisti mentecatti” che cercano di resistere a “quest’era nostra spocchiosa, speculante, dominante, feroce, tracotante”. Gorret lo fa rivendicando la suaRead more

ll “Compendio di retorica” di DANIELE GORRET

“Fu alle sei del mattino il nove Giugno Millenovecentocinquantuno che sbucai dal ventre folle della nonna per entrare nel mondo folle-cieco”. Oggi ricorre il compleanno di Daniele Gorret, uno dei più grandi scrittori valdostani. Lo ricordo riproponendo la recensione del suo ultimo libro: “Compendio di retorica” del 2008. La retorica nacque in Grecia nel V secolo a.C. come arte del persuadere. Applicando le sue regole,  l’oratore era, infatti, in grado di “delectare” (cioè catturare l’attenzione con un discorso non noioso) per “docere etRead more

“Il caso Englaro è qualcosa di vomitevole”, afferma lo scrittore DANIELE GORRET

«E’ qualcosa di vomitevole. La situazione che si è creata intorno al dramma di Eluana Englaro è oscena». Ad essere indignato è lo scrittore Daniele Gorret, che al tema della morte ha dedicato anni di profonde riflessioni confluite nei tre volumi “Venticinque maniere per morire”, “Crocefissi” e “Via Crucis”. «Tutto ciò è conseguenza del fatto che la morte è l’argomento più rimosso e dimenticato della nostra epoca. Un atteggiamento irrazionale ed infantile che in Occidente è iniziato quando la civiltàRead more